Diplomato nel 2011 presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Stefano P. Testa collabora con Lab 80 film in qualità di operatore di ripresa, montatore video, tecnico di correzione colore e post produzione video. Dallo stesso anno è responsabile della comunicazione audiovisiva del festival internazionale Bergamo Film Meeting. Tra il 2015 e il 2019 prende parte a numerose produzioni cinematografiche tra cui Umberto Eco, sulla memoria e L’Accademia Carrara – il museo riscoperto entrambi diretti da Davide Ferrario; realizza il montaggio e cura la post-produzione di Colombi e Pierino, entrambi di Luca Ferri, il primo presentato in anteprima mondiale alla 73a edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Orizzonti Corti e il secondo in anteprima mondiale a Dok Leipzig. Nel 2017 esordisce alla regia con Moloch, lungometraggio composto da filmati amatoriali realizzati da autori anonimi tra anni ’80 e ’90, trovati casualmente dal regista in una discarica. Il film vince il premio miglior documentario al festival Visioni Italiane di Bologna, partecipa ai Doc/it Professional Awards 2017 e viene selezionato da numerosi festival internazionali tra cui DOCfeed di Eindhoven, Gdansk DocFilm Festival, Presente Italiano di Pistoia, Documentaria Noto, Docunder30 di Ferrara. Il Secondo Principio di Hans Liebschner è il suo secondo lungometraggio.

www.stefanoptesta.com